Il dentista low cost

Il dentista low cost: c’è da fidarsi?

Veramente conviene affidarsi a un dentista low cost? Come possono questi centri dentali all’estero e in Italia praticare prezzi così bassi in odontoiatria?
dentista low costE’ una logica di mercato: Privilegiare la quantità a scapito della qualità. Tutti sanno che in ogni settore a prezzi troppo bassi corrisponde una qualità pessima. Un’auto cinese o indiana costa molto meno di un’auto italiana o tedesca ma non può competere con queste per prestazioni, sicurezza, tecnologia, ecc..

Quando si parla di salute, occorre ricordare che a qualità scadente corrispondono inevitabilmente danni difficilmente rilevabili nell’immediato futuro ma che si evidenzieranno a distanza di tempo, quando spesso sono divenuti ormai irrimediabili!

 E per contare sulla quantità a scapito della qualità sono sorte prima all’estero e poi nel nostro paese dei mega centri con decine di posti di lavoro per offrire cure low cost.

Ma per poter praticare prezzi così bassi con sconti anche del 50 per cento si servono di dentisti neo laureati pagati 12 euro l’ora. Questi sono ben contenti di far pratica sulla bocca dei pazienti per ottenere col tempo una buona manualità. Utilizzano, inoltre, materiali e protesi di qualità scadente, che arrivano dall’India, dalla Cina o dalla Turchia.
Si servono poi di una pubblicità ingannevole o poco corretta. Ad es. pubblicizzano spesso che il costo di un loro impianto è di 400 euro, confrontandolo con i 600 -800 euro di un serio dentista italiano.
Non fanno menzione però che a questa voce poi vengono aggiunti degli altri costi per la scopertura dell’impianto, per il moncone artificiale (abutment), per l’impronta, per i modelli in gesso, ecc., tutte voci che il dentista italiano ha già compreso nella cifra iniziale. In tale modo le spesa di un impianto low cost raggiunge quella di un dentista italiano.
Da considerare poi che utilizzano impianti il cui costo si aggira sui 35 – 40 euro mentre un impianto di buona qualità costa mediamente 200 – 300 euro.

E tutto questo senza aver evidenziato la ben diversa abilità professionale del chirurgo!

Un analogo discorso vale anche per i dentisti low cost dei paesi slavi come Croazia, Romania, Albania, ecc.
Da aggiungere che in tali paesi vigono costi di lavoro e tasse ben inferiori a quelli italiani e normative sull’igiene, sulla sterilizzazione e sulla sicurezza sul lavoro molto meno severe di quelle esistenti nel nostro paese. In questi studi le attrezzature, i materiali e le protesi poi recano sì il marchio CE ma questo non indica Comunità Europea, bensì Cina Export e sono di una qualità facilmente immaginabile.
Oltre ad avere poi una ridotta tassazione e ridottissimi costi di lavoro, possono contare su di un gran numero di pazienti, quasi tutti di passaggio.
Possono, quindi, scegliere i casi più facili e di più rapida esecuzione, rimandando indietro quei casi (e sono la maggioranza) che richiedono un lungo tempo di terapie. Fanno così una bella figura e guadagnano molto velocemente.

Vediamo ora anche perché guadagnano quanto e più di un dentista italiano.

Pubblicizzano ad es. una protesi su impianti a 5000 euro o poco più senza però specificare come sia realizzata e la qualità dei materiali.
Si tratta generalmente di protesi appoggiata su soli 4 impianti mentre in genere in un’arcata senza denti sono necessari da 6 a 8 impianti per realizzare una struttura solida.
La protesi o dentiera che è applicata su questi impianti è una dentiera mobile in resina o addirittura in plastica, raramente rinforzata con un inserto metallico.
Al contrario nell’odontoiatria moderna sui 6 o 8 impianti è inserita una protesi fissa in oro-ceramica o zirconia-ceramica di 12 o 14 elementi il cui costo è enormemente differente da una semplice dentiera in resina! Non si può pensare di avere un risultato eccellente senza pagarlo adeguatamente.
Occorre infine considerare che saranno poi necessari successivi controlli trimestrali ai quali molto difficilmente si sottoporrà il paziente che si è recato all’estero, non fosse altro che per la distanza.

Il tutto sempre senza considerare la differente abilità professionale del chirurgo.

In conclusione è’ sempre consigliabile rivolgersi al dentista di fiducia, di comprovata abilità professionale (la vostra salute merita il meglio), che si aggiorna continuamente, che si avvale delle migliori tecnologie presenti sul mercato (che hanno costi elevati) e che impiega il tempo necessario a ottenere risultati eccellenti per la vostra salute e il vostro sorriso.
Ma se, nonostante tutto, avete deciso di recarvi egualmente da un dentista low cost, eccone uno dove il low cost è …. estremo!

dentista low cost


Prof. Vito Tomasicchio

Dentista a Bari e Corato: Centro dentistico Tomasicchio

Torna all’indice degli articoli.

Articolo in Breve
Dentista Low Cost: costi e info
Titolo
Dentista Low Cost: costi e info
Riassunto
Dentista Low Cost: c'è da fidarsi? In questo articolo scopriamo insieme le pratiche e i rischi dell'odontoiatria a basso costo.
Autore